Ricorso RIPAM lavoro, 1541 unità
- domande errate, fuori bando, malfunzionamento del tablet

Si sono svolte in più regioni le prove scritte di cui al Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di 1514 posti di personale non dirigenziale, a tempo indeterminato, da inquadrare nei ruoli del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, dell'Ispettorato nazionale del lavoro e dell'Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro. (GU n.60 del 30-07-2021).
 

Il nostro studio legale ha deciso di proporre ricorso per segnalare:

 

  • la presenza di domande errate o fuorvianti

La contestazione delle domande errate consentirà, infatti, l’aggiornamento del punteggio e un conseguente miglior posizionamento nella graduatoria finale.

  • la presenza di domande poste su materie non previste dal bando

Molti candidati hanno individuato domande vertenti su argomenti non previsti da bando, ovvero quiz di ragionamento logico-matematico, previsti nella prima stesura del bando all’interno della prova preselettiva ma non nel bando di rettifica successivo

  • il malfunzionamento dei dispositivi elettronici che non hanno registrato correttamente la prova svolta dai candidati durante il concorso

 

molti candidati hanno lamentano anche il malfunzionamento del supporto informatico con cui è stata svolta la prova. Il sistema non avrebbe infatti registrato le modifiche apportate dai candidati durante l’esecuzione della prova, validando in questo modo risposte in realtà successivamente modificate.

Per verificare le attività svolte con il tablet durante la prova scritta del concorso è possibile presentare un’istanza di accesso agli atti al fine di dimostrare eventuali malfunzionamenti.

 


Costo dell'azione del ricorso collettivo

Il costo per aderire al ricorso sarà di euro 150,00 omnicomprensivi per il singolo grado di giudizio.

 


Termine per aderire:

il ricorso andrà presentato entro 60 giorni dalla pubblicazione degli esiti della prova

 

PER PARTECIPAREcompila il form sottostante e verrai ricontattato

Per domande e comunicazioni puoi anche scrivere a: ricorsitar@gmail.com