Abilitazione all'insegnamento con 36 mesi di servizio

Chiunque abbia maturato un servizio pari a 36 mesi (o 180 giorni per tre anni scolastici) è abilitato all'insegnamento.

 

A stabilirlo è il Consiglio di Stato che, con la recente sentenza n. 4167 del 30 giugno 2020, ha dichiarato che “Conseguono ad ogni effetto l’abilitazione professionale o il titolo per il quale concorrono i candidati, in possesso dei titoli per partecipare al concorso, che abbiano superato le prove d’esame scritte ed orali previste dal bando, anche se l’ammissione alle medesime o la ripetizione della valutazione da parte della commissione sia stata operata a seguito di provvedimenti giurisdizionali o di autotutela”.

 

L’effetto prodotto dalla norma discende dal conseguimento del titolo in quanto tale, a prescindere dal fatto che l’amministrazione lo abbia o no rilasciato con riserva dell’esito del processo nel merito.

 

Per questo motivo, i Docenti con servizio pari a 180 giorni per tre anni, sia esso svolto presso il pubblico, il paritario o con servizio misto, dovranno essere considerati abilitati all'insegnamento, anche in vista dell’apertura delle Graduatorie Provinciali.

 

Il consiglio di Stato nella richiamata sentenza precisa, infatti, che:

 

“nella stessa decisione n. 7789/19, al punto 5, si riconosce che la ratio del requisito richiesto per partecipare al concorso (l'abilitazione oltre la laurea) "è l'avere svolto un'attività di formazione orientata alla funzione docente, che abbia come specifico riferimento la fase evolutiva della personalità dei discenti.

 

Ed è appena il caso di ricordare che l'avere svolto attività didattica presso le scuole statali per oltre tre anni, è considerato titolo equiparabile alla abilitazione, secondo i principi enunciati nella sentenza della Corte di giustizia dell'Unione europea del 26 novembre 2014, nelle cause riunite C- 22/13, da C- 61/13 a C- 63/13 e C- 418/13 (cd. sentenza Mascolo).

Del resto, un'identica equiparazione tra lo svolgimento di almeno tre annualità di servizio ed il titolo abilitativo è contenuta nell'art. 1, quinto comma, lett. a) del decreto-legge 29 ottobre 2019, n. 126, convertito con legge 20 dicembre 2019, n. 159, ai fini dell'indizione di una procedura straordinaria finalizzata alla stabilizzazione di ventiquattromila docenti precari per concorso, cui potranno partecipare coloro che hanno svolto tra il 2008/09 ed il 2019/20 almeno tre annualità di servizio nelle scuole secondarie statali”.

Il Ministero ha stabilito che entro il mese di luglio sarà possibile richiedere l’inserimento nelle Graduatorie di prima fascia (per i docenti in possesso di abilitazione), e di seconda fascia (per i docenti in possesso del titolo di accesso + 24 CFU, oppure diploma ITP o che costituisca valido titolo di accesso).

Obiettivo dell'azione legale

il riconoscimento dell'abilitazione alla docenza per tutti coloro che hanno svolto un servizio pari a 36 mesi

Possono aderire al ricorso tutti i docenti che abbiano maturato 36 mesi di servizio (o 180 giorni per tre anni scolastici), sia su posto comune che su sostegno, e desiderano essere inseriti nelle Graduatorie provinciali di Prima fascia, riservate ai docenti in possesso di abilitazione.

 

Costo dell'azione legale: 250,00 euro (oltre contributo unificato)

 

PER PARTECIPARE

compila il form sottostante e verrai ricontattato

Termine di adesione 31.07.2020

form

Copyright © 2020 . Tutti i diritti riservati.

Studio Legale Serafino